GIOVEDI’ 27 OTTOBRE

GIOVEDI’ 27 OTTOBRE

BOLOGNA

CASA CARDUCCI
Piazza Giosuè Carducci, 5

Ore 17.00

Con voce di donna. Lettere di Emma Tettoni a Giosuè Carducci (1881-1891). Reading di Benedetta Tosi.

Emma Tettoni (Novara, 1859 – Bergamo, 1891) fu allieva di Giosuè Carducci presso l’Ateneo Bolognese, e compagna di studi di Giovanni Pascoli. Si dedicò con passione all’insegnamento, come occasione di autonomia ed emancipazione per le donne del secondo Ottocento. Partendo dal carteggio con l’illustre poeta, ma anche dalla rete di amicizie femminili da lei sviluppata, è possibile ripercorrere le tappe della sua difficile esistenza di giovane donna, impegnata sul piano sociale e professionale. Per la novità delle idee espresse nelle conferenze educative (sull’amore, sul lavoro delle donne, sulle donne nella scienza e sugli errori delle madri italiane) subì, come spesso altre educatrici postunitarie, un doloroso ostracismo che la portò a una morte improvvisa e prematura, le cui cause non sono ancora ben note. Introduzione critica di Elena MarescottiLoredana Magazzeni.
A cura di Antonello Nave e Simonetta Santucci.

 

 

 

 

 

 


GIOVEDI’ 27 OTTOBRE

BOLOGNA

BIBLIOTECA SALABORSA
Auditorium Enzo Biagi
Piazza del Nettuno, 3

Ore 17.30

Arte burattinaia in città, passione in Comune. Conferenza spettacolo.

Pensataper il IX Centenario del Comune di Bologna, la conferenza, prende corpo da una attenta ricerca storica che mira ad evidenziare il legame intercorso nel tempo dei burattini bolognesi con l’opera del nostro Comune. Quale burattinaio fu pubblico banditore del Comune di Bologna? Quale, invece, soddisfò la richiesta di Renzo Imbeni realizzando il burattino, ritratto dello stesso? Quale Sindaco fu anche burattinaio? Lo scopriremo tramite racconti, proiezioni e performances burattinesche. Ingresso gratuito. Interventi di Fulvio De Nigris e Riccardo Pazzaglia.
Per info: http://www.burattinidiriccardo.it – 051-6703130.
A cura della CompagniaBurattini di Riccardo in collaborazione con l’AssociazioneBiblioBologna, con il patrocinio del Comune di Bologna.


GIOVEDI’ 27 OTTOBRE

BOLOGNA

QUARTIERE PORTO-SARAGOZZA
Sala consiliare
Via dello Scalo, 21

Ore 18.15

Come la Storia venne letta sulle pagine della rivista “L’esperanto” negli anni dellaGrande Guerra. Conferenza di Ivan Orsini.

In concomitanza con il centenariodella Prima Guerra Mondiale, che stiamo attraversando, proponiamo un esame di taleevento epocale attraverso le pagine della principale rivista esperantista italiana deltempo, per saggiare la prospettiva da cui il mondo esperantista guardava a questatragedia e dipanare le trame complesse che si intrecciarono tra i protagonisti delconflitto e il neonato Movimento Etico-Linguistico.
A cura del Gruppo esperantistabolognese Achille Tellini 1912.


GIOVEDI’ 27 OTTOBRE

BOLOGNA

MUSEO B.V. DI SAN LUCA
Piazza di Porta Saragozza, 2/a

Ore 21.00

La tradizione dell’icona: un linguaggio universale attraverso la storia. Conferenza.

Conversazione fra l’iconografa Mary GabrieleFernando Lanzi. In collaborazione con ilCentro Studi per la Cultura Popolare.
Info: 051-6447421; lanzi@culturapopolare.it.


GIOVEDI’ 27 OTTOBRE

BOLOGNA

PALESTRA SCUOLE CARDUCCI
Via Dante, 3

Ore 21.30-23.00

Nove secoli di Comune: arcieri sotto le due torri. Stage di Tiro con l’Arco Storico ed esposizione di riproduzioni di abiti, archi e armamenti dal XII e XIV secolo.

L’importanza degli arcieri negli eserciti medievali, con riferimento a Bologna, all’Italia e all’Europa. L’ingresso è gratuito, si consiglia un abbigliamento comodo.
E’ gradita la prenotazione: 329-4043987; info@societadeivai.it.
Evento a cura della Società dei Vai.

Annunci

Informazioni su festainternazionaledellastoria

Promossa dal Laboratorio Multidisciplinare di Ricerca Storica e dal Centro Internazionale di Didattica della Storia e del Patrimonio dell’Università di Bologna Missione Promuovere la conoscenza della Storia per esserne eredi e protagonisti nel presente e nel futuro Descrizione La Festa Internazionale della Storia è una poliedrica manifestazione attivata da un’ampia rete di soggetti che si uniscono per promuovere e diffondere la conoscenza della storia. Si svolge ogni anno con eventi che si tengono prevalentemente nella terza settimana di ottobre - quest’anno tra il 19 2 il 27 - in palazzi, piazze, strade, chiese, chiostri, teatri e musei di Bologna, di centri del suo territorio e di numerose città della Regione Emilia - Romagna. Scaturisce dalla collaborazione tra docenti universitari, insegnanti ed enti culturali, accomunati dall’intento di tutelare e valorizzare del patrimonio storico artistico. I temi che si affrontano non hanno confini né limiti di tempo e sono preferibilmente presentati attraverso aspetti che li rendono più gradevoli e percepibili: la musica, l’arte, il teatro, l’alimentazione, lo sport, la moda, la religione, la politica, la tecnologia. In tal modo le varie iniziative assumono notevole attrattiva e capacità di richiamo e spaziano dalla dimensione locale a quella internazionale.A caratterizzarla è inoltre la presenza attiva di studenti di ogni ordine e grado, che partecipando a convegni e incontri con studiosi di fama internazionale, hanno occasione di esporre i risultati delle loro ricerche. Non si tratta dunque di una semplice rassegna di eventi, ma di una “festa” nel vero senso del termine, perché vede convergere tante componenti della società in un incontro tra storia locale e universale teso al rispetto del patrimonio storico e ad una maggiore consapevolezza sulle radici e le premesse delle grandi questioni dell’attualità. Ha riscosso fin dalla prima edizione e in tutte quelle successive il pieno consenso delle massime autorità civili e religiose e degli enti locali territoriali preposti alla cultura e all’istruzione. Tra i riconoscimenti più prestigiosi, ha ricevuto i premi speciali e gli Alti Patronati dei Presidenti della Repubblica, Carlo Azeglio Ciampi e Giorgio Napolitano, nonché i patrocini dei Presidenti di Senato e della Camera dei Deputati, dei Ministri dell’Istruzione e dei Beni Culturali, dei Presidenti e degli Assessori della Regione e delle Provincie e dei Sindaci e Assessori dei Comuni coinvolti.
Questa voce è stata pubblicata in Aspettando la festa.... Contrassegna il permalink.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...