Realtà e Senso: Intenzionalità, Cultura e Conoscenza in Educazione. Convegno internazionale in ricordo di Piero Bertolini (1931-2006).

GIOVEDI’ 13 OTTOBRE, BOLOGNA, PALAZZO D’ACCURSIO, Cappella Farnese – Piazza Maggiore, 6 – Ore 14.00-18.30

Interventi di Paolo Jedlowski: Il mondo-dato-per scontato: conversazioni quotidiane e costruzione sociale della realtà; Alessandro Duranti: Intentionality and intersubjectivity: Language in a world of others; Vincenzo Costa: Fenomenologia e educazione: mente, mondo e cultura; Marc A. Durand: Evidence-based or meaning-based education? The theory of practice in applied education.

Il Convegno continuerà venerdì 14 ottobre presso il Dipartimento dell’Educazione, via Filippo Re, 6 – Ore 9.00-18.30 – con gli interventi di: Mariagrazia Contini: Problematicismo e fenomenologia: connessioni ritrovateOn. Vanna Iori: Spazio e tempo in educazioneSusanna Mantovani: La pedagogia tra descrizione e prescrizione: le politiche e le pratiche nei servizi per l’infanziaAndrè H. CaronWhen paradigm changes challenge applied research: the case of children, media and public governanceGraziella Favaro: Lingue, culture, migrazioni: dalla ricerca empirica alle buone pratiche di educazione interculturaleFausta SabatanoEducazione nei contesti estremi: quando la prassi sfida la teoriaPierangelo Barone e Cristina Palmieri: Ragazzi difficili oggi: dispositivi pedagogici e pratiche rieducative.


Ancora GIOVEDÌ 13 OTTOBRE, BOLOGNA, COMPLESSO DEL BARACCANO
Sala Marco Biagi, Via S. Stefano, 119/2
alle ore 17.30 si terrà la Conferenza di Ivan Orsini:

Le guide storico-artistiche scritte in esperanto nel corso del Novecento.

Le guide alle città d’arte italiane e straniere scritte in esperanto sono diverse da tutte le altre? Rispondono a diverse esi-genze comunicative quanto ai contenuti oppure sono uguali a quelle scritte in inglese, francese, etc.? vogliono trasmet-tere una percezione del patrimonio storico-artistico speciale, rivolta a una comunità umana che travalica i confini na-zionali, oppure no? A queste e ad altre domande tenteremo di dare risposta.
A cura del Gruppo esperantista bolognese Achille Tellini 1912.

 

Annunci

Informazioni su festainternazionaledellastoria

Promossa dal Laboratorio Multidisciplinare di Ricerca Storica e dal Centro Internazionale di Didattica della Storia e del Patrimonio dell’Università di Bologna Missione Promuovere la conoscenza della Storia per esserne eredi e protagonisti nel presente e nel futuro Descrizione La Festa Internazionale della Storia è una poliedrica manifestazione attivata da un’ampia rete di soggetti che si uniscono per promuovere e diffondere la conoscenza della storia. Si svolge ogni anno con eventi che si tengono prevalentemente nella terza settimana di ottobre - quest’anno tra il 19 2 il 27 - in palazzi, piazze, strade, chiese, chiostri, teatri e musei di Bologna, di centri del suo territorio e di numerose città della Regione Emilia - Romagna. Scaturisce dalla collaborazione tra docenti universitari, insegnanti ed enti culturali, accomunati dall’intento di tutelare e valorizzare del patrimonio storico artistico. I temi che si affrontano non hanno confini né limiti di tempo e sono preferibilmente presentati attraverso aspetti che li rendono più gradevoli e percepibili: la musica, l’arte, il teatro, l’alimentazione, lo sport, la moda, la religione, la politica, la tecnologia. In tal modo le varie iniziative assumono notevole attrattiva e capacità di richiamo e spaziano dalla dimensione locale a quella internazionale.A caratterizzarla è inoltre la presenza attiva di studenti di ogni ordine e grado, che partecipando a convegni e incontri con studiosi di fama internazionale, hanno occasione di esporre i risultati delle loro ricerche. Non si tratta dunque di una semplice rassegna di eventi, ma di una “festa” nel vero senso del termine, perché vede convergere tante componenti della società in un incontro tra storia locale e universale teso al rispetto del patrimonio storico e ad una maggiore consapevolezza sulle radici e le premesse delle grandi questioni dell’attualità. Ha riscosso fin dalla prima edizione e in tutte quelle successive il pieno consenso delle massime autorità civili e religiose e degli enti locali territoriali preposti alla cultura e all’istruzione. Tra i riconoscimenti più prestigiosi, ha ricevuto i premi speciali e gli Alti Patronati dei Presidenti della Repubblica, Carlo Azeglio Ciampi e Giorgio Napolitano, nonché i patrocini dei Presidenti di Senato e della Camera dei Deputati, dei Ministri dell’Istruzione e dei Beni Culturali, dei Presidenti e degli Assessori della Regione e delle Provincie e dei Sindaci e Assessori dei Comuni coinvolti.
Questa voce è stata pubblicata in Aspettando la festa.... Contrassegna il permalink.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...