MARTEDÌ 11 OTTOBRE

 

BOLOGNA, PALAZZO D’ACCURSIO, Cappella Farnese, Piazza Maggiore, 6 – Ore 17.00

Il cardinale Albornoz e Bologna: un legame indelebil1108_Ritratto_del_card__Albornoz.jpge. Conferenza di Rolando Dondarini.

Nominato da papa Innocenzo VI legato pontificio e vicario generale per l’Italia, il cardinale Egidio Albornoz si impegnò dal 1353 nel recupero dei domini che il papato avignonese aveva perduto. In questo quadro, nel 1360 liberò Bologna dal dominio tirannico di Giovanni da Oleggio, risollevandone le sorti. Per la reciproca stima e
benevolenza, fece edificare a sue spese un collegio per studenti spagnoli che divenne da allora una delle sedi universitarie più prestigiose della città.
Nell’ambito del ciclo di conferenze Fasti bolognesi. Storie della città sulle pareti della Sala Farnese.

 


Altri appuntamenti:

  • OZZANO DELL’EMILIA (BO)

SCUOLA PRIMARIA BRUNO CIARI I.C.
Viale II Giugno, 49

Ore 17.00-19.00

Le radici per volare. Inaugurazione della mostra dei progetti realizzati dagli alunni di V C sulla storia degli Ebrei e la loro deportazione.

 


  • BOLOGNA

MUSEO CIVICO DEL RISORGIMENTO
Piazza Carducci, 5

Ore 17.00

Essere altrove. La frontiera dell’immaginario nella musica. Conferenza di Maria Chiara Mazzi.

La musica ‘degli altri’ ha affascinato da sempre la cultura musicale, con un misto di diffidenza, paura o curiosità. Il nostro percorso partirà dal Seicento e, attraverso i sogni ottomani degli Europei, quelli asiatici dei Russi, quelli spagnoli dei Francesi e quelli italiani dei Tedeschi, giungerà fino alle soglie del Novecento.


  • BOLOGNA

MUSEO B.V. DI SAN LUCA
Piazza di Porta Saragozza, 2/a

Ore 17.00

La stratificazione storica di culti in un santuario bolognese: da san Bartolomeo alla Divina Misericordia. Conferenza di Fernando Lanzi.
In collaborazione con il
Centro Studi per la Cultura Popolare.
Info: 051-6447421; lanzi@culturapopolare.it

Annunci

Informazioni su festainternazionaledellastoria

Promossa dal Laboratorio Multidisciplinare di Ricerca Storica e dal Centro Internazionale di Didattica della Storia e del Patrimonio dell’Università di Bologna Missione Promuovere la conoscenza della Storia per esserne eredi e protagonisti nel presente e nel futuro Descrizione La Festa Internazionale della Storia è una poliedrica manifestazione attivata da un’ampia rete di soggetti che si uniscono per promuovere e diffondere la conoscenza della storia. Si svolge ogni anno con eventi che si tengono prevalentemente nella terza settimana di ottobre - quest’anno tra il 19 2 il 27 - in palazzi, piazze, strade, chiese, chiostri, teatri e musei di Bologna, di centri del suo territorio e di numerose città della Regione Emilia - Romagna. Scaturisce dalla collaborazione tra docenti universitari, insegnanti ed enti culturali, accomunati dall’intento di tutelare e valorizzare del patrimonio storico artistico. I temi che si affrontano non hanno confini né limiti di tempo e sono preferibilmente presentati attraverso aspetti che li rendono più gradevoli e percepibili: la musica, l’arte, il teatro, l’alimentazione, lo sport, la moda, la religione, la politica, la tecnologia. In tal modo le varie iniziative assumono notevole attrattiva e capacità di richiamo e spaziano dalla dimensione locale a quella internazionale.A caratterizzarla è inoltre la presenza attiva di studenti di ogni ordine e grado, che partecipando a convegni e incontri con studiosi di fama internazionale, hanno occasione di esporre i risultati delle loro ricerche. Non si tratta dunque di una semplice rassegna di eventi, ma di una “festa” nel vero senso del termine, perché vede convergere tante componenti della società in un incontro tra storia locale e universale teso al rispetto del patrimonio storico e ad una maggiore consapevolezza sulle radici e le premesse delle grandi questioni dell’attualità. Ha riscosso fin dalla prima edizione e in tutte quelle successive il pieno consenso delle massime autorità civili e religiose e degli enti locali territoriali preposti alla cultura e all’istruzione. Tra i riconoscimenti più prestigiosi, ha ricevuto i premi speciali e gli Alti Patronati dei Presidenti della Repubblica, Carlo Azeglio Ciampi e Giorgio Napolitano, nonché i patrocini dei Presidenti di Senato e della Camera dei Deputati, dei Ministri dell’Istruzione e dei Beni Culturali, dei Presidenti e degli Assessori della Regione e delle Provincie e dei Sindaci e Assessori dei Comuni coinvolti.
Questa voce è stata pubblicata in Aspettando la festa.... Contrassegna il permalink.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...