Gentilissimi

siamo lieti di invitarVi al primo spettacolo della rassegna “MOMENTI TEATRALI A CASA CERVI” all’interno del cartellone della Festa Internazionale della Storia:

Sabato 18 ottobre 2014 alle ore 17.00 al Museo Cervi

RIBELLI COME IL SOLE E ARNESI DA FORCA”
Presentazione del libro con disegno dal vivo di Gianluca Foglia “Fogliazza”

Lo spettacolo ripercorre, attraverso l’immediatezza e il fascino dei disegni eseguiti dal vivo, la storia di un ragazzino di 14 anni il cui sogno di diventare un calciatore, nella Parma del 1922, si trasforma ben presto nella consapevolezza di dover giocare un’altra partita, quella per la vita, molto più importante.

Con il patrocinio di Boorea, impegnata nella trasmissione di valori e ideali attraverso le diverse forme educative ed espressive, una nuova proposta teatrale all’interno del cartellone di Festa Internazionale della Storia che si terrà dal 18 al 26 ottobre 2014.
La settimana, ricca di eventi organizzati dal Centro Internazionale di Didattica della Storia e del Patrimonio (DiPaST) dell’Università di Bologna e messi in rete tra le provincie emiliano-romagnole, sarà accompagnata da un fitto programma di incontri collaterali che si snoderanno da settembre a febbraio, con particolare coinvolgimento di Scuole, Università e Territorio.
Contraddistinto da un forte e consolidato legame con il Teatro, inteso come risveglio delle menti e presa di coscienza, il Museo Cervi propone in questo contesto due spettacoli rivolti a tutta la cittadinanza con particolare attenzione a famiglie e scuole.

Il secondo appuntamento della rassegna si svolgerà Domenica 26 ottobre 2014 alle ore 16.00 con “GLI UOMINI PER ESSERE LIBERI. SANDRO PERTINI, IL PRESIDENTE” di Gianni Furlani.

Per maggiori informazioni:

www.istitutocervi.it

11a

Annunci

Informazioni su festainternazionaledellastoria

Promossa dal Laboratorio Multidisciplinare di Ricerca Storica e dal Centro Internazionale di Didattica della Storia e del Patrimonio dell’Università di Bologna Missione Promuovere la conoscenza della Storia per esserne eredi e protagonisti nel presente e nel futuro Descrizione La Festa Internazionale della Storia è una poliedrica manifestazione attivata da un’ampia rete di soggetti che si uniscono per promuovere e diffondere la conoscenza della storia. Si svolge ogni anno con eventi che si tengono prevalentemente nella terza settimana di ottobre - quest’anno tra il 19 2 il 27 - in palazzi, piazze, strade, chiese, chiostri, teatri e musei di Bologna, di centri del suo territorio e di numerose città della Regione Emilia - Romagna. Scaturisce dalla collaborazione tra docenti universitari, insegnanti ed enti culturali, accomunati dall’intento di tutelare e valorizzare del patrimonio storico artistico. I temi che si affrontano non hanno confini né limiti di tempo e sono preferibilmente presentati attraverso aspetti che li rendono più gradevoli e percepibili: la musica, l’arte, il teatro, l’alimentazione, lo sport, la moda, la religione, la politica, la tecnologia. In tal modo le varie iniziative assumono notevole attrattiva e capacità di richiamo e spaziano dalla dimensione locale a quella internazionale.A caratterizzarla è inoltre la presenza attiva di studenti di ogni ordine e grado, che partecipando a convegni e incontri con studiosi di fama internazionale, hanno occasione di esporre i risultati delle loro ricerche. Non si tratta dunque di una semplice rassegna di eventi, ma di una “festa” nel vero senso del termine, perché vede convergere tante componenti della società in un incontro tra storia locale e universale teso al rispetto del patrimonio storico e ad una maggiore consapevolezza sulle radici e le premesse delle grandi questioni dell’attualità. Ha riscosso fin dalla prima edizione e in tutte quelle successive il pieno consenso delle massime autorità civili e religiose e degli enti locali territoriali preposti alla cultura e all’istruzione. Tra i riconoscimenti più prestigiosi, ha ricevuto i premi speciali e gli Alti Patronati dei Presidenti della Repubblica, Carlo Azeglio Ciampi e Giorgio Napolitano, nonché i patrocini dei Presidenti di Senato e della Camera dei Deputati, dei Ministri dell’Istruzione e dei Beni Culturali, dei Presidenti e degli Assessori della Regione e delle Provincie e dei Sindaci e Assessori dei Comuni coinvolti.
Questa voce è stata pubblicata in Aspettando la festa.... Contrassegna il permalink.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...